Lo Stile Moderno

Lo Stile Moderno nasce idealmente nel periodo intercorso tra le due guerre e rappresenta una vera e propria rivoluzione nell’ambito del design in quanto si contrappone in maniera decisa allo stile classico.

Innanzitutto, il concetto base è quanto espresso dall’architetto tedesco Ludwig Mies van der Rohe: Less is more (meno è di più). Se infatti prima si guardava alla complessità del design, allo sfarzo, al superfluo, ora, le caratteristiche centrali sono l’essenzialità, l’utilità, la funzionalità.

Non ci può essere bellezza senza scopo.

Sulla base di tali idee, nascono nuovi materiali e quelli classici come il legno, trovano nuova vita grazie a speciali trattamenti che gli fanno acquisire nuove caratteristiche (più resistente, più brillantezza, più lucidità) e che permettono di arrivare a risultati estetici mai raggiunti prima.

E come ogni stile innovativo, numerose sono le sue ramificazioni, dal minimal in cui si utilizzano solo i colori bianco e nero, al classico moderno in cui elementi classici si inseriscono in arredo moderno per realizzare soluzioni ricercate ed uniche, allo stile industrial che inserisce elementi che ri chiamano i vecchi stabilimenti industriali. In uno stile che strizza l’occhio ai giovani, il budget disponibile non è l’elemento predominante in quanto si possono ottenere buoni risultati anche con disponibilità limitate. La cosa più importante sono le idee.

Oltre alla semplicità ed alla funzionalità le altre parole d’ordine sono leggerezza, libertà, luminosità, semplicità nella geometria.

Da qui le caratteristiche peculiari che possono essere:
1. utilizzare mobili con forme lineari e semplici che vanno contro lo stress di ogni giorno. No ad elementi arricchiti con decorazioni, sfarzi, intagli e forme di ogni genere;
2. ottenere il massimo rendimento dalla luce naturale
3. incrementare la dimensione degli ambienti ed eliminando, per quanto possibile, qualsiasi barriera architettonica (mura) o fisica (porte). Uno spazio open space così concepito, anche con l’utilizzo di strumenti polifunzionali, può essere adattato in poco tempo in base alle esigenze del momento (es. spazio per organizzare la festa di halloween piuttosto che un piano bar);
4. gli arredi devono essere leggeri e poco ingombranti per non creare un senso di soffocamento e di chiusura;
5. a livello di colori, il bianco ed il nero mantengono il loro fascino e la loro imprescindibilità. Anche perché possono essere poi abbinati anche ai nuovi colori o a quelli forti ed a qualsiasi arredo o strumento;
6. utilizzare la tecnologia al massimo (es. negli impianti, utilizzo della domotica) anche per essere di supporto ai cambi di funzionalità e di atmosfera.

Per non rischiare di eccedere, creare qualcosa di armonico o inserire elementi troppo contrastanti, occorre creatività, conoscenza dei fornitori ed esperienza.

Torna alla scelta dello stile del locale.

Contattaci e svilupperemo insieme la tua idea.